Share Poll

Poll link

500 px
350 px
250 px
Preview

widget preview:

Width - px Height - px

Close preview
! You are using a non-supported browser Your browser version is not optimised for Toluna, we recommend that you install the latest version Upgrade
Our Privacy Notice governs your membership of our Influencer Panel, which you can access here. Our website uses cookies. Like in the offline world, cookies make things better. To learn more about the cookies we use, check out our Cookies policy.

ipress

  1 month ago

Riflessioni del 2020, a priori....

Ma vi sembra normale
- che il gatto dei vostri vicini di casa debba mettersi comodo a riposare nella panchina situata nel giardino di casa vostra nell'imbrunire all'ora di cena?

Ma vi sembra normale
- che il comportamento di un amico a quattro zampe si allontani dai propri proprietari?

Ma vi sembra normale
- che i vostri vicini di casa restino indifferenti sul comportamento del proprio gatto?

Ma vi sembra normale
- che se tu ti avvicini al gatto, Lui scappa?

Ma allora chiederei al gatto, perchè ti avvicini al mio giardino se non vuoi essere toccato o guardato?

Un'altra domanda fantascientifica è, meglio incominciare a farsi tantissime domande sul comportamento dei nostri amici animale che sai già che qualcosa che non funziona in questo ambiente mondiale. Il mondo.
Il gatto dei miei vicini di casa ha già capito tutto.
Reply
Post

pasquaconvertini

  1 month ago
Certo.Loro sono avanti :) Reply
0 comments

lucetta62

  1 month ago
Ma vi sembra normale che il gatto dei miei vicini venga a fare i suoi bisogni nei miei vasi??? Reply
1 comments

provaciancorasam

  1 month ago
Raramente gli animali mi sorprendono, se non in positivo...gli umani invece spesso e non in positivo. Buona giornata Reply
1 comments

thomas153

  1 month ago
Purtroppo Reply
0 comments

Ipericus

  1 month ago
- si è normale :) Reply
2 comments

renedrive

  1 month ago
La questione è facilmente spiegata, gli umani rifiutando e dimenticando la conoscenza della Natura e di conseguenza poi faticano a comprendere comportamenti del tutto normali in Natura.
"mettersi comodo a riposare nella panchina situata nel giardino di casa vostra", due concetti sfuggono all'osservazione umana.
Il primo è che in Natura non esiste la proprietà privata ne i confini, in Natura le risorse sono condivise, la maggior parte degli umani ignora questa legge naturale o finge di non conoscerla per proprio comodo.
Gli umani quindi erroneamente pensano di avere la proprietà di erba, siepi, alberi, ecc. dimenticando appunto come le cose funzionano nell'habitat che li ospita, viceversa il gatto che più saggiamente vive immerso e rispettoso delle regole della Natura sa che può condividere gli spazi a suo piacimento con altre specie animali, con le dovute precauzioni.
Il secondo concetto è la mancanza di conoscenza dello specifico comportamento felino del gatto comune.
Il gatto è un animale cacciatore ed esploratore, attività che preferisce fare verso sera o di notte, approfittando della sua buona visione notturna.
Un gatto sceglie tipicamente un luogo dove fermarsi ad osservare se questo luogo gli fornisce vantaggio.
Il gatto potrebbe avere identificato possibile attività predatoria nella zona in cui sceglie di fermarsi.
Resta quindi fermo in attesa pronto a scattare e dedicarsi alla caccia.
Oppure semplicemente il punto in cui si ferma potrebbe dargli vantaggio visuale sull'andirivieni di altri animali o gatti, altra caratteristica tipica di molti gatti, che vogliono sempre verificare che nelle zone da loro frequentate non si introducano estranei senza essere identificati.
"un amico a quattro zampe si allontani dai propri proprietari?", il concetto di proprietà della vita è un concetto solo umano, chiamato anche schiavismo.
In Natura non esiste la proprietà di una vita di un altro essere vivente.
Solo gli umani hanno inventato la proprietà di un essere vivente rivoltando le leggi naturali.
Come qualsiasi specie quindi, umani a parte, anche il gatto sa che la sua vita appartiene solo a se stesso e che non ha nessun obbligo verso altri esseri viventi, umani compresi.
Come tutti gli animali in Natura anche il gatto è opportunista e quindi se alcuni umani gli fanno la cortesia di fornire un flusso di cibo regolare allora egli rimarrà nei paraggi finché lo desidera e gli fa comodo.
"che i vostri vicini di casa restino indifferenti sul comportamento del proprio gatto?", in questo caso le risposte potrebbero essere 2 diverse molto opposte tra loro.
La prima spiegazione, la più probabile, è che come molti umani fanno, i soggetti si siano appropriati della vita dell'animale a scopo ornamentale, cioè per il gusto di avere o mostrare un "oggetto" magari ritenuto bello o di moda, questo è un comportamento molto comune, oppure di "usarlo" solo come intrattenimento, come giocattolo, altrettanto comune.
A questo punto il comportamento di tale "oggetto", il gatto, non interessa loro minimamente, e certo al gatto fa comodo.
Viceversa, altra probabile spiegazione, ma piuttosto improbabile, è che i soggetti comprendano l'esigenza di libertà di un felino e lo lascino libero di vagare come la sua natura gli suggerisce, e magari aggiungendo un po' di mancanza di rispetto per il prossimo non si preoccupino troppo se i vicini possano considerare tali comportamenti fastidiosi, anche se potrebbero poco verso il felino, perché un gatto non si fa certo dire cosa può o non può fare.
"che se tu ti avvicini al gatto, Lui scappa?", come quasi tutti i felini anche il gatto frequenta il branco o altri animali per poco tempo, per la maggior parte del tempo le sue attività sono solitarie.
Quando magari svolge una delle sue attività, tipo vedetta o attesa di caccia come accennato prima, vuole essere lasciato solo, la compagnia disturba tali attività.
Un altra spiegazione potrebbe essere che l'attività che tu, umano, sei intenzionato a fare verso di lui non gli aggrada, magari in generale o magari, come già detto, in quel periodo della giornata.
Sarebbe ovviamente da vedere meglio con un osservazione oggettiva, sono solo delle ipotesi.
Comunque i felini in generale si riservano di essere loro a decidere quando possono essere avvicinati.
"Ma allora chiederei al gatto, perchè ti avvicini al mio giardino se non vuoi essere toccato o guardato?", la risposta a questa domanda, come hai letto, è compresa nelle precedenti risposte, è il felino che decide il cosa, il come e il quando.
"meglio incominciare a farsi tantissime domande sul comportamento dei nostri amici animale", farsi molte domande è sempre una buona cosa perché solo così si evolve la conoscenza.
Il problema che hanno gli umani è che avendo rifiutato e dimenticato la Natura e le sue regole alle domande che si pongono sulla Natura forniscono di solito risposte errate perché tendono ad umanizzare ogni aspetto naturale e questo li porta assolutamente verso errori di comprensione.
Visto che gli umani hanno sovrapposto loro regole a quelle naturali, completamente opposte a quelle naturali, umanizzare la Natura porta assoluta incomprensione, gli umani credono che la Natura "non funzioni" e che devono fare qualcosa, mentre la realtà è esattamente opposta, la Natura funzionerebbe alla perfezione se gli umani non ci mettessero le mani.
Se riguardano la Natura quindi, prima di porsi specifiche domande bisognerebbe tornare a studiare e adattarsi all'habitat che ci ospita, solo così poi potremmo comprendere le altre specie e comprendere come conviverci.
"qualcosa che non funziona in questo ambiente mondiale", questa sensazione che hai che qualcosa non funzioni è corretta.
Molti umani sentono questa sensazione e non si spiegano cosa sia che non vada ma sentono che qualcosa non torna.
Quello che non va è la società umana che, come accennato, avendo sostituito regole di sua creazione alle regole dalla Natura, regole completamente opposte a quelle naturali, hanno stravolto l'equilibrio sostituendolo con la mancanza di equilibrio della società umana, creando addirittura i presupposti per l'inizio dell'estinzione di massa che stiamo vivendo in questo periodo.
Sappiamo che qualcosa non va ma non ci accorgiamo di essere noi e la nostra società umana che non funziona.
"Il gatto dei miei vicini di casa ha già capito tutto" i felini, e ancora più il gatto, vengono descritti come gli animali tra i più efficaci tra tutte le specie.
Deduzione, logica, osservazione, concentrazione, sono animali notevoli.
Quello che però te li fa definire con la tua frase, "ha già capito tutto", è solo il risultato del fatto di vivere adattati alle regole della Natura ed usandole opportunisticamente, e visto che la Natura è fatta di perfetto equilibrio gli da modo di sembrare molto più saggi di quanto non siano.
Anche gli umani potrebbero vivere in modo molto più saggio tornando a comprendere e accettare le regole dell'habitat che li ospita ma la cosa sarà difficile visto che, come accennato, si sono creati una realtà schizofrenizzata, diversa dalla reale, completamente opposta, diversa da quella che è il loro habitat e le sue regole.
Quando gli umani acquisteranno consapevolezza di se allora la comunicazione e comprensione tra specie diverse sarà molto più facile.
Reply
1 comments

toninepente

  1 month ago
anche solamente osservarlo nel tuo giardino è bello Reply
0 comments

dani.lu.

  1 month ago
Sono esseri magici e portano fortuna, trattalo bene mi raccomando.... Reply
1 comments

amintore

  1 month ago
Ma ti sembra normale che tu voglia entrare nella testa di un gatto ? Guarda che non ne esci fuori !:) Reply
2 comments

connie.8119

  1 month ago
Prendi un cane e vedrai che il gatto, con ogni probabilità, non verrà più Reply
1 comments
Copied to clipboard

You’re almost there

In order to create content on the community

Verify your Email / resend
No thanks, I’m just looking

OK
Cancel
We have disabled our Facebook login process. Please enter your Facebook email to receive a password creation link.
Please enter a valid Email
Cancel
We're working on it...
When you upload a picture, our site looks better.
Upload